lunedì 3 novembre 2008

ma se e' vero...crolla un mito


Di Cecco positivo all'Epo

Il maratoneta azzurro, vincitore a Roma nel 2005 e nono ai Giochi di Atene 2004, incastrato dal controllo antidoping del Campionato italiano a Carpi il 12 ottobre

Alberico Di Cecco è nato il 19 aprile 1974 a Guardiagrele (Ch). Reuters
ROMA, 3 novembre 2008 - Il 34enne maratoneta azzurro Alberico Di Cecco (C.S. Carabinieri), nono all'Olimpiadi di Atene 2004 nella gara vinta da Stefano Baldini, è risultato positivo all'Epo in un test antidoping effettuato in occasione del Campionato italiano a Carpi, il 12 ottobre scorso. Di Cecco vanta, tra l'altro, una vittoria alla Maratona di Roma del 2005; a Carpi si classificò quinto in 2h13'16" e la posizione gli valse il titolo tricolore. Se confermata la positività, Di Cecco rischia due anni di squalifica.
gasport
http://www.gazzetta.it/Sport_Vari/Atletica/Primo_Piano/2008/11/03/dicecco.shtml
non ho parole.........

47 commenti:

Anonimo ha detto...

ho appena letto anch'io... er califfo che se dopa colla topa.

Alessandro ha detto...

Un pugno nello stomaco.... ecco cosa ho provato! Speriamo che non sia vero, l'atletica non deve fare la fine del ciclismo.... che tristezza :(

Pimpe ha detto...

...se e' vero e' triste...
quando il ferro c'e' e non va in giro arriva l'epo e fa il lavoro... che tristezza!!
attendiamo ...

Mic ha detto...

Io su Di Cecco sono molto diffidente. E spero di sbagliarmi. Però è già stato brincato una volta e l'unico risultato che lo portava ai livelli internazionali è stata la vittoria a Roma, con un 2h09, credo, non molto prima della positività. Risultati del genere poi non li ha più ripetuti, e a me la cosa non piace per niente. W il doping del Califfo.

GIAN CARLO ha detto...

@Califfo, mandace un po de "toping" pure a noi... prima che se dovemo dopà pe potella usà :-)

uscuru ha detto...

@tutti
non lo concepisco, ma almeno lui lo fa' x i soldi, il brutto e' ke se dopa pure ki... non lo paga nessuno, storia triste rega'

Mic ha detto...

Giancarlo, attento e vacci piano! Non mi interessa perchè lo fai, ma il giorno che ti beccano dopato smetto di correre. E metto pure in discussione il risultato della sfida con MAthias! :-)

Claudio ha detto...

Ho letto da poco "Acido lattico", romanzo sul tema del doping. E mi sta tornando tutto in mente come se si fosse materializzato il libro davanti agli occhi. Speriamo sia una notizia senza fondamento.

Yervs ha detto...

Queste notizie mi fanno veramente AVVILIRE. Sinceramente credevo che nel mondo del runnin non ci fossero queste brutte pagine di cronaca.

Lucky73 ha detto...

A parte tutto (positivo o no) non capisco perchè nel calcio non beccano mai nessuno oppure atleti di secondo piano per fargli fare da capri espiatori......

uscuru ha detto...

REGA', ANKE NEL CALCIO C'E'!!!
vi siete mai domandati, xke'
in champions le squadre straniere corrono sempre il doppio ma dalle semifinali in poi, diventano squadre normali e quindi, le nostre della serie a se ci arrivano, al 90% vincono la champions?

Lucky73 ha detto...

Sul fatto che c'è non ho nessun dubbio, non capisco perchè non vengono mai beccati (logico che so il motivo, ma vorrei fare l'ingenuo per una volta)....

Il doping c'è dappertutto, ma vuoi mettere beccare un Cristiano Ronaldo con un Alberico Di Cecco o un Ivan Basso?

Se vogliamo fare pulizia e pulizia sia, ma dappertutto non sono negli sport "deboli" e senza soldi....

R. Davide ha detto...

io vengo dal ciclismo e come ciclista dico che almeno ciò dice che non siamo solo noi ciclisti i dopati, da podista dico che è uno a cui non si può più dare la fiducia, da atleta che il doping è sempre da punire severamente (nei casi certi e senza ombra di dubbio).

franchino ha detto...

Era già stato pizzicato una volta ma riuscì a dimostrare la sua innocenza. Spiace, ma se è sporco deve pagare.

@ Claudio: merita il libro "Acido Lattico"? Ero intenzionato ad acquistarlo.

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Due anni di squalifica, fuori dall'arma dei Carabienieri, maxi multa dal marchio sportivo di sponsorizzazione...
Se da tempo aveva perso gli stimoli per faticare ed allenarsi come si deve, era meglio che si ritirava e iniziava la carriera da ufficiale nell'arma...
Da tempo ormai lo si vedeva alle gare su strada correre parecchio piano e poi scatenarsi nei pochi eventi importanti...

Gianluca Rigon ha detto...

Che tristezza e che squallore......e pensare che lo anche applaudito !

Daniele ha detto...

Togliamo il se... E' vero. Come in tutti casi accertati..

Michele ha detto...

Cavoli, il rischio che diventi come il ciclismo m'intristisce!!!

Stefano ha detto...

Correre per campare è un'altra cosa. Noi scappiamo dalla routine correndo, i professionisti, che corrono per mestiere, ne avranno sicuramente le palle piene e quindi per me si aiutano più di quanto si possa pensare. Anzi qualcuno non và neanche alle olimpiadi perchè c'è lo smog. Non so io non mi fido. Se tutti c'avessimo più "toping" magari staremo meno in piedi e più stesi.
Sbaglio o il Califfo sta in Brasile?? Quello si che è pieno de topa fin sopra ai capelli. Meno male che non corre più :-)

Alvin ha detto...

Son preoccupato...il giorno che mettono la nutella tra le sostanze proibite sono fottuto...
Quanto a Di Cecco se è vero...è meglio che si sieda un'attimo e cominci a pensare ad altro... pochi cazzi,se uno pippa non è più sport, quella è la porta e te ne vai...nel calcio non li beccano perchè forse li il doping è molto più avanti dell'antidoping (d'altra parte ci sono molti più soldi da investire...TV Pubblicità ecc)e così beccano i soliti "poveri" (di spirito)che tentano di elevarsi sopra gli altri usando cose che riescono a darti ciò che non hai...tristezza...è la parola giusta...

Mathias ha detto...

non so se esser triste od esultare perchè ce n'è uno di meno in giro!!
Comunque raga che pesate di quelli che prima di una 10km si bevono 3red bull di fila.. giuro che l'ho visto!!! non sarà doping, ma a livello psicologico un gesto del genere presuppone la volontà di aiutarsi con un qualcosa di esterno..
oh adesso esce il putiferio, magari anche tra di noi c'è chi beve redbull :-)

Furio ha detto...

Se fosse vero, alla sua età ha finito di correre...ma avrebbe preso per il naso tanta gente.
Spero per lui che sia un errore.

Cristian ha detto...

Non c'è nulla da fare, è ormai una storia vecchia, e anche se mi auguro che non sia vero, secondo me un altro grande romano non è pulitissimo, ma a quei livelli....
logico che non mi riferisco ad Orlando:-)

uscuru ha detto...

@ cris
mortac...
ah ah ah ah !!!

La Polisportiva ha detto...

Possibile che si sia dopato.
Possibile che sia stato incastrato.
Quale è vera?

Difficile capire per me "amatore" cosa può succedere intorno a chi -puntando tutto sullo sport- ha negli anni ottimizzando tutto (allenamenti, alimentazione, tecnica, mente, sponsor, ecc.) sacrificando tutto il resto, e cerca ancora uno spunto di miglioramento.

Lo sport che io intendo è per amatori. Niente professionismo, niente sponsor, niente soldi.
Solo passione. Se qui qualcuno si dopa (e ce ne sono) son convinto che non va molto più forte. Quindi non cambia sostanzialmente la classifica.

mi viene questa:
"il doping ai professionisti,
il toping agli amatori!"

Il califfo è sempre avanti a tutti...

Paolino73 ha detto...

Quando fai dello sport per lavoro in qualche modo devi fare qualcosa per portarti a casa la pagnotta.
E quel qualcosa quasi sempre è doping.
Vedi in passati il caso di Barbi,da ottimo amatore che era era passato a correre i mondiali di maratona.
Il toping del califfo è quello che serve a noi

uscuru ha detto...

il prossimo raduno???
tutti in brasile, dal califfoo!!!

uscuru ha detto...

@paolino
si..il topatrotters!!!
me sa' ke ho esagerato .. eh!!!

Anonimo ha detto...

STEFANO, io non GAREGGIO più, ma corro ancora e non è escluso che se riesco a ritornare a "livello prosciutto"(con quello che costa il prosciutto...) ricomincio a gareggiare... tanto ormai col "toping" mi sono levato tutti gli sfizi immaginabili. er califfo.

Daniele ha detto...

Ho letto qui

“ma almeno lui lo fa' x i soldi, il brutto e' ke se dopa pure ki... non lo paga nessuno”

ed anche

“Quando fai dello sport per lavoro in qualche modo devi fare qualcosa per portarti a casa la pagnotta.”

Scherzate vero? Quel qualcosa è la negazione dello sport, è l’anti-sport. Non trovo la minima, ma neppure minima giustificazione.

Mic ha detto...

Daniele: il tuo discorso fila, ma il doping resta una forma di imbroglio, tale e quale a quanto accade in altri campi: finanza, lavoro, studio, ecc. Qui l'ambito è sportivo, ma sempre di imbroglio si tratta. A me la cosa che rattrista di più è quando cadono atleti che per qualcuno erano dei miti e ti senti preso in giro, tradito.

Marco ha detto...

L'unico motivo di rallegrarsi e' che, se il doping comincia a serpeggiare anche nella corsa, vuol dire che la corsa sta guadagnando notorieta', spazi, adepti, soldi, ecc ecc...
Sono abbastanza convinto che ci sia una proporzionalita' diretta tra doping e impatto che un determinato sport ha sulla societa'.
Se ci fate caso (a parte le storture tipo paese dell'est all'epoca della cortina di ferro, in cui la vittoria sportiva portava pregio al regime) negli sport si sente parlare di doping quando questi stessi diventano importanti e capaci di generare una schiera di professionisti in quel campo.
Puo' essere di si', ma non credo che, ad esempio, ci si dopi nella scherma (che io ho praticato tanti anni): non da' da vivere (almeno prima della possibilita' dipartecipare a relity show, ma quello e' un altro discorso). Stesso dicasi per tutta una galassia di sport minori.

Comunque MASSIMA VERGOGNA a chi ricorre a questi mezzi: oltre ad essere un cretino per i pericoli che puo' correre, infanga lo spirito di chi invece corre per gioia e passione. Se confermato, anch'io sarei per la punizione piu' severa possibile.

Mic ha detto...

Sono d'accordissimo anch'io su punizioni esemplari. Però bisognerebbe non limitarsi a punire l'atleta, ma anche chi il doping lo procura o i medici che, presumibilmente, seguono la pratica. Vedi Santuccione e co. Eccovi una provocazione: quando un'atleta viene pescato sporco, radiarlo dalle competizioni. Tutte, persino le gare di paese. Ad eccezione della categoria "doping free", dove tutto è possibile, così magari si potrà assistere a strabilianti record e le 2 ore in maratona diventano bazzeccole.

Paolino73 ha detto...

@daniele:io non giustifico Di Cecco perchè si è dopato per portare a casa la pagnotta.Il mio discorso è un'altro.Il mondo professionistico della corsa è dominato dagli atleti africani e tu se vuoi l'ingaggio nella maratona importante ti aiuti con sostanze proibite prendendo in giro tutti quelli che si fanno il mazzo in allenamento.Ti sei mai chiesto perchè i nostri atleti,escluso Baldini,dominano le maratone italiane ma quando vanno a fare Mondiali,Europei,Olimpiadi chiudono lontani dal podio con tempi mediocri.Facci un pò caso.

Daniele ha detto...

Siamo tutti contro il doping, ma con sfumature a quanto pare diverse. Mi spiace ma io percepisco un minimo di giustificazione... E per me non è accettabile. Sono intransigente, l'unico rimedio che vedo è la radiazione.

Marco ha detto...

Sono d'accordo con Daniele: intransigenza.
E radiazione.
Se ricorri alle sostanze per riuscire a ricavarti una nicchia nel mondo professionistico allora vuol dire che altrimenti non saresti all'altezza e quindi faresti meglio a sloggiare. Se non ti va bene questo discorso allora accetta i rischi: ti beccano? Radiato a vita e, se sei in un gruppo sportivo militare, licenziamento in tronco.
Saro' radicale ma io la vedo cosi'.

Gianluca Rigon ha detto...

D'accordissimo con Daniele e Marco ! Doping=imbroglio e truffa

Filippo Lo Piccolo ha detto...

Assolutamente d'accordo con Marco: fuori e senza una seconda opportunità per tutte le corse che hai falsato.
In più se ci fossero controlli a sorpresa anche nelle corse su strada ad ingaggio si potrebbe iniziare a scrivere la lista dei radiati dall'atletica.
Io non concepisco minimamente la corsa senza il sacrificio, il sudore, l'accettare un periodo difficile e venirne fuori.
Questi atleti professionisti dello Stato Italiano ricordiamoci che li paghiamo NOI!!!!

uscuru ha detto...

rega'!!!
la morale , e' una sola "comunque sei BRUCIATO..
ora, se domani smentissero tutto, ke cosa PENSERESTE??

franchino ha detto...

Dubito che smentiscano Orlando:
"Alberico Di Cecco maratoneta dei carabinieri Bologna è stato trovato positivo all'Eritropoietina Il caso scatena roventi polemiche contro l'atleta indagato per la seconda volta.

Ad incastrare il maratoneta un controllo al campionato militare di maratona che sì è tenuto a Carpi lo scorso 12 Ottobre.

Alla sua seconda volta, dopo essere stato coinvolto in un’inchiesta della Repubblica di Torre Annunziata su un traffico di sostanze stupefacenti, Alberico Di Cecco si ritrova di nuovo coinvolto in una bufera che questa volta farà fatica a far rientrare e che coinvolge uno dei migliori maratoneti della nostra penisola.


Originario di Chieti, Di Cecco dopo questa ennesima caduta di stile, getta un’ombra su tutti i risultati fatti dall’atleta in passato, come il 2 ore e 08 fatta a Roma nel 2005.
Il caso Di Cecco nuoce a tutto il movimento sportivo dell’atletica perché getta un’ombra pesante sul nostro sport, e la cosa è talmente triste che si commenta da sola, ha dichiarato uno degli ex responsabili del settore tecnico, lo sport si sta spostando sempre più dai campi di gare a quelli di tribunali, due anni di sospensione come citava La Gazzetta dello Sport appaiono pochi per un caso di recidività.

Infatti, la fonte, che preferisce non entrare nella vicenda dopo le roventi polemiche e la forte presa di posizione dopo la prima indagine in cui era caduto l’atleta dei carabinieri Bologna, dichiara che sarebbe bastato leggere i tabulati delle intercettazioni fatte dai Nas nella prima indagine per capire a cosa si stava andando incontro e non si capisce perché si sia preferito tacere il tutto piuttosto di far luce quando si poteva."

Fonte: http://www.atleticanet.it/main/notizia.asp?id=10777

Giulyrun ha detto...

le solite scorciatoie del c...o. Secondo me non si aspettava un controllo all'Epo a Carpi mentre invece..beccato. Che tristezza...
Unica consolazione: ho guadagno una posizione in classifica

uscuru ha detto...

@ califfo
stavo a skerza'
se li vinco famo uno x uno (ma tanto non li vinco,to dovro' compra' uno)

Filippo Lo Piccolo ha detto...

visitate questo sito e... meglio che non avete mangiato!
http://www.sportpro.it/

GIAN CARLO ha detto...

@, anche se con 2 giorni di ritardo io dicevo a Luciano di mandarci un po di Topping inteso come topa(gnocca) visto che lui(er Califfo) dice che abusa solo di quella... ci mancherebbe che a 50 anni per andare a 4 sui 10km mi drogassi veramente !!!!

GIAN CARLO ha detto...

@Mic, avevo dimenticato di scrivere con chi ce l'avevo

Anonimo ha detto...

mo' nun vinci li prosciutti? come? arivi sempre fra li primi! a fra', gnente gnente si' frate a rabbino toaff? er califfo.

franchino ha detto...

forse anche Barbi:
http://denisequintieri.blogspot.com/2008/11/roby-barbi-doping-senza-o-un-uomo-da.html